PIZZO COCA (3050 m.) , RE DELLE OROBIE
Il Pizzo Coca (3050 m.) visto dal Pizzo Recastello (2886 m.)
Il Pizzo Coca (3050 m.) visto dal Pizzo Recastello (2886 m.)
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Il mio primo PIZZO COCA (3050 m.) , RE DELLE OROBIE, il 16 sett. 2012

PERCORSO= fino al Lago di Coca E, facile, dal lago di Coca alla Bocchetta del Camoscio per EE, dalla Bocchetta al Pizzo Coca sulla traccia ‘difficile’ EE/AF (con passaggi di 1° e 2° grado alpinistico)…discesa più impegnativa della salita …attenzione !!!

Dislivello= 2150 m. !!! Tempo complessivo = 10/11 ore

Valbondione 900 m. > Sentiero 301-Rif. Coca (1890 m.) = h. 2.30 > Sentiero 302 - Lago di Coca (2108 m. ) > Sentiero 323-Bocchetta del Polledrino (2670 m.) > Bocchetta del Camoscio (2719 m.) > Traccia difficile > Pizzo Coca (3050 m, secondo altri 3052 m.) = h. 4 dal Rif. Coca > Traccia facile > Bocchetta del Camoscio > Lago di Coca > Rif. Coca > Valbondone

Il mio primo PIZZO COCA (2050 m.) , RE DELLE OROBIE, il 16 sett. 2012 - FOTOGALLERY
Sul Pizzo Coca...'Il cielo è blu sopra le nuvole !!!
La salita , programmata per inizio ottobre dello scorso anno, era saltata per neve scesa anzitempo. Allora ci eravamo proposti di salire a inizio-metà settembre (lasciando perdere i mesi di luglio ed agosto per non incappare nelle nuvole estive che molto spesso dalla mattinata si formano sulle alte cime orobiche)…colgo quindi al volo le buone previsioni meteo per sabato 15 e domenica 16 settembre 2012 per salire sul TETTO DELLE OROBIE! Il cielo previsto coperto da nuvole ‘basse’ non mi scoraggia, anzi mi fa presagire che in Coca possiamo godere de ‘Il cielo è blu sopra le nuvole ‘ ! Dopo la conquista lo scorso anno della REGINA delle Orobie, quest’anno tocca al RE , il PIZZO COCA, la cima più alta delle Orobie!
Approfitto anche della promessa fatta dall’amico Giovanni P. Carrara, che mi ha pubblicamente scritto: “Quando vuoi salire, ti accompagno io!” Neanche a farlo apposta nel frattempo Rosita, mia ex-alunna, diviene la ragazza di Giò ed anche lei vuole salire in Coca, insieme al suo rgazzo ed al suo ex-prof ! Un accordo con l’amica Rossella già dello scorso anno di salire insieme al Coca completa il quadro del progetto che in breve si concretizza. Quindi …felice di salire in Coca accompagnato da Giò, che conosce bene il percorso, essendo salito in Coca più volte, e che mi/ci può aiutare concretamente, in compagnia di Rosita, Rossella, Sabrina, Ana Maria e Massimo, mi ritrovo sabato 15 settembre alle 14 con gli amici ed insieme raggiungiamo Valbondione.
GRAZIE, GIO’ ed amici per avermi accompagnato ed aiutato a salire sul TETTO , sulla vetta del RE DELLE OROBIE , seguendo il percorso DIFFICILE in ascesa e FACILE in discesa.
PERCORSO IN FOTOGALLERY
Il mio primo PIZZO COCA (2050 m.) , RE DELLE OROBIE, il 16 sett. 2012 - FOTOGALLERY
Il mio primo PIZZO COCA (2050 m.) , RE DELLE OROBIE, il 16 sett. 2012 - FOTOGALLERY
Il mio primo PIZZO COCA (2050 m.) , RE DELLE OROBIE, il 16 sett. 2012 - FOTOGALLERY
Il mio primo PIZZO COCA (2050 m.) , RE DELLE OROBIE, il 16 sett. 2012 - FOTOGALLERY
Il mio primo PIZZO COCA (2050 m.) , RE DELLE OROBIE, il 16 sett. 2012 - FOTOGALLERY
Aggiungo qui la coinvolgente descrizione del percorso dell’amico Giò. 16-09-2012 -
A 70 anni sulla Vetta del Pizzo Coca!
Un ritorno a distanza di poco tempo sulla Vetta del Re, una promessa fatta ad un Grande Amico: “Ti porto io sul Coca...”. A Valbondione sabato pomeriggio siamo in cinque: Ana Maria, Massimo, Piero, Rosita ed io. A pochi passi dall’inizio della traccia, seduto su di un masso come un maschio di stambecco dominante, incontriamo ad attenderci per un saluto ed un “in bocca al lupo” il Mitico Marco Moratti di ritorno dalla Ovest del Re. Mangio la foglia ascoltando le sue frecciate e quelle di Rosita, intuisco che questi due giorni nasconderanno non poche sorprese. Dopo quaranta minuti di cammino, in località “Poltrùna” ecco che le mie intuizioni diventano concrete, m’imbatto nel primo “segnavia” lasciato da Santa Claus che mi fa scoppiare a ridere mentre Rosita si improvvisa addetta alla rimozione ed archiviazione. Proseguiamo sul segnavia C.A.I. 301 quando in località “scalète dè botöm” (località tanto amata da Silvio), trovo ad aspettarmi il secondo segnavia lasciato dal Moràt, scuoto il capo e ripeto la scena precedente. Arriviamo quindi al Rifugio Mario Merelli al Coca (m. 1892) quando sono da poco passate le 18:00, giusto il tempo di entrare per posare racchette e zaino e metter le ciabatte, quando trovo un terzo segnavia, incredulo non so proprio più che dire e pensare, se non a quel matto che si è sbattuto nel fare e organizzare una cosa del genere! L’ora di cena arriva presto, quando si ha fame poi tutto è ancora più buono! Tra una pausa e l’altra ed alcuni bicchierini di genepì da dopo pasto, cerchiamo di metterci in contatto con Sabrina e Rossella temerariamente partite da Valbondione alle 21:00, il rifugio è costantemente avvolto dalla nebbia, così da non permetterci di scorgere la luce delle loro pile frontali. Tutti già dormono quando approfittando di una “schiarita” riusciamo ad individuarle, arriveranno al rifugio dopo le 23:30!
Veloci a nanna, domani alle 5:15 la sveglia suona! Il mattino partiamo carichi quando da poco sono passate le 06:00, le pile frontali servono solo per qualche decina di minuti, il tempo pare essere davvero di quelli coperti, ma le previsioni di Piero non sbagliano, giornata si coperta ma da nubi basse a quota 2500 circa. Un passo regolare sul segnavia C.A.I. 323 sino alla Bocchetta dei Camosci, alcuni incontri con i consueti stambecchi padroni della valle, Piero che regolarmente spezza il ritmo con i suoi milioni di scatti e le sue “ciaccolate”, qualcuno di noi che inciampa in qualche piccolo incidente di percorso, ma alla fine arriviamo anche noi ai piedi del canalino, attorno a noi un tappeto di nuvole da sogno, uno spettacolo surreale mai visto prima!!!
Il mio primo PIZZO COCA (2050 m.) , RE DELLE OROBIE, il 16 sett. 2012 - FOTOGALLERY
Il mio primo PIZZO COCA (2050 m.) , RE DELLE OROBIE, il 16 sett. 2012 - FOTOGALLERY
Il mio primo PIZZO COCA (2050 m.) , RE DELLE OROBIE, il 16 sett. 2012 - FOTOGALLERY
Il mio primo PIZZO COCA (2050 m.) , RE DELLE OROBIE, il 16 sett. 2012 - FOTOGALLERY
Il mio primo PIZZO COCA (2050 m.) , RE DELLE OROBIE, il 16 sett. 2012 - FOTOGALLERY

Inizia il divertimento, saliamo per il primo canale, quindi la variante difficile superata alla fine egregiamente da tutti, qualche sasso di troppo e qualche “porcone” non di troppo, poi via via superiamo tutti i gradoni della normale sino ad arrivare in Vetta al Re delle Orobie, sua maestà Pizzo Coca (m. 3052)!!! Tanta ma tanta Soddisfazione si legge negli occhi di tutti, me compreso, Orgoglioso e Felice di aver accompagnato sei persone alla loro prima volta sul Coca! Orgoglioso di aver portato in Vetta l’Amico PieroWeb, a 70 anni compiuti salire in scioltezza la Vetta aumenta in me la stima già grande nei suoi confronti, l’insegnamento che mi lascia è che Testa, Cuore e Passione possono portarti Ovunque, in Montagna e nella Vita!Rosita da buona insegnante si preoccupa di firmare il Libro di Vetta ed è qui che spunta un’altra sorpresa di giornata, l’ultimo messaggio del Moràt accompagnato da un collage di foto e da una bellissima poesia scritta assieme all’Amico Silvio, che fanno commuovere Rosita e trattenere le lacrime a stento anche al sottoscritto!

Il mio primo PIZZO COCA (2050 m.) , RE DELLE OROBIE, il 16 sett. 2012 - FOTOGALLERY
Il mio primo PIZZO COCA (2050 m.) , RE DELLE OROBIE, il 16 sett. 2012 - FOTOGALLERY
Il mio primo PIZZO COCA (2050 m.) , RE DELLE OROBIE, il 16 sett. 2012 - FOTOGALLERY
Il mio primo PIZZO COCA (2050 m.) , RE DELLE OROBIE, il 16 sett. 2012 - FOTOGALLERY
Il mio primo PIZZO COCA (2050 m.) , RE DELLE OROBIE, il 16 sett. 2012 - FOTOGALLERY
Il mio primo PIZZO COCA (2050 m.) , RE DELLE OROBIE, il 16 sett. 2012 - FOTOGALLERY
Il mio primo PIZZO COCA (2050 m.) , RE DELLE OROBIE, il 16 sett. 2012 - FOTOGALLERY
Il mio primo PIZZO COCA (2050 m.) , RE DELLE OROBIE, il 16 sett. 2012 - FOTOGALLERY
Il mio primo PIZZO COCA (2050 m.) , RE DELLE OROBIE, il 16 sett. 2012 - FOTOGALLERY
Il mio primo PIZZO COCA (2050 m.) , RE DELLE OROBIE, il 16 sett. 2012 - FOTOGALLERY


Quando si hanno degli Amici così straordinari, cosa mai si può desiderare di più?!!! Un grazie sentito e sincero ai rifugisti Fabrizio e Silvana, grazie per la vostra sempre impeccabile ospitalità, grazie per la vostra amicizia, grazie per la vostra devozione in quello che fate con tanta passione, godetevi questo meritato riposo! Grazie Amici, Grazie compagni di Salita, Grazie Marco e Silvio, sono io a dirvelo con il Cuore! Vorrei esprimere molti e molti altri pensieri, ma alcuni di essi non possono e non potranno mai essere scritti, ma lo resteranno indelebilmente nelle pagine del Cuore! “Ogni Ascesa non è Mai Uguale ad un'altra...”

Panoramica dalla vetta del Pizzo Coca (3050 m.) verso Alpi Orobie e Retiche
Panoramica dalla vetta del Pizzo Coca (3050 m.) verso Alpi Orobie e Retiche - 1
Panoramica dalla vetta del Pizzo Coca (3050 m.) verso Alpi Orobie e Retiche - 2
Panoramica dalla vetta del Pizzo Coca (3050 m.) verso le Alpi Orobie e Retiche - 2
Panoramica dalla vetta del Pizzo Coca (3050 m.) verso il gruppo Bernina-Cevedale
Panoramica dalla vetta del Pizzo Coca (3050 m.) verso il gruppo Bernina-Cevedale - 1
Panoramica dalla vetta del Pizzo Coca (3050 m.) verso il gruppo Bernina-Cevedale - 2
Panoramica dalla vetta del Pizzo Coca (3050 m.) verso il gruppo Bernina-Cevedale - 2
-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

* Un grande GRAZIE a Giovanni Carrara (www.orobiocando.it) per avermi perrmesso di poter realizzare il sogno di salire in sicurezza con altri 6 amici il Pizzo Coca, il Re delle Orobie !!!

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
IL PIZZO COCA, VISTO DAL RECASTELLO, DAL CIMONE, dall'Arera..
 
Dal Pizzo Arera panoramica verso i Giganti orobici - 1
Dal Pizzo Arera panoramica verso i Giganti orobici - 1
Il Pizzo Coca visto da.... - FOTOGALLERY
Il Pizzo Coca visto da.... - FOTOGALLERY
Il Pizzo Coca visto da.... - FOTOGALLERY
Il Pizzo Coca visto da.... - FOTOGALLERY
Il Pizzo Coca visto da.... - FOTOGALLERY
Dal Pizzo Arera panoramica verso i Giganti orobici - 2
Dal Pizzo Arera panoramica verso i Giganti orobici - 2
-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Il suono della campanella del Pizzo Coca, la piU' alta delle Orobie

     
-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
  ©2012 - Piero Gritti - Per informazioni: