RIFUGIO BENIGNI - 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11- 12 - 13 - 14 - 15

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Valle e Passo di Salmurano con canalino per il Benigni in invernale-primaverile il 22 marzo 2019

 

PERCORSO:
SALITA : Curva degli Sciocc (1508 m) > Sentiero 107-108 > Casera Valletto (1625 m) > Val Salm urano > Sent. 108 - Canalino per il Benigni (2100 m > Sent. 101 – Passo di Salmurano (2017 m)
DISCESA: Sent. 107 > Sent. 107-108 > Val Salmurano > Casera Valletto > Curva degli Sciocc

Distanza : Km 6
Dislivello: positivo 520 m, negativo - 490
Difficoltà: Per E in ambiente innevato, per EE la salita-discesa del Canalino per il Benigni
Tempi: complessive 4 ore.
Attrezzatura: scarponi invernali, ghette, ramponi, bastoncini sufficienti

Percorso fattibile in mezza giornata

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Vista panoramica sulla conca di Valle Salmurano
Vista panoramica sulla conca di Valle Salmurano
Vista panoramica sulla conca di Valle Salmurano
Vista panoramica sulla conca di Valle Salmurano - 2

Susi ed io venerdì 22 marzo 2019 abbiamo a disposizione il pomeriggio per una escursione di mezza giornata annunciata bella serena con temperatura gradevole.
Scegliamo di andare a pestare neve intanto che in quota un po’ n’è rimasta.
Non siamo mai saliti al Benigni con la neve, ... ci avviamo in quella direzione.
Saliamo con l’auto da Cusio (Alta Valle Brembana-BG ) con pagamento tiket di 2€ alla Curva degli Sciocc, dove parcheggiamo l’auto. Imbocchiamo il sentiero 108 che parte risalendo una scalinata, poi si spiana e, con direzione NO, muovendosi ora nel bosco ora nei pratoni, supera una valletta con acqua e giunge ai pascoli di Casera Valletto (1625 m).
Proseguiamo in salita lungo il sentiero CAI 108, attraversando i pascoli ormai spogli di neve.
Superato un nuovo valloncello, ci ritroviamo presto al raccordo con la mulattiera che sale da Ornica (vedi cartello segnalatore) mentre cominciamo a vedere strisciate di neve.
Ora il sentiero 108 per il Benigni, gemellato col sent.107 per il Passo di Salmurano, prosegue in decisa salita lungo la Val Salmurano. Passiamo alla Sorgente S. Carlo, dove ci dissetiamo con acqua buona e fresca, che sgorga dalla roccia.
Risaliamo la Val Salmurano, osservati dagli stambecchi incuriositi dalla nostra presenza, giungendo ai pascoli in buona parte ancora innevati della conca situata ai piedi del Passo di Salmurano.
E da qui in avanti pestiamo neve mentre, seguendo il sentiero 108, raggiungiamo la base del mitico ripido canalino ancora ben innevato, essendo in zona d’ombra.
Siamo indecisi se salire o no, ci intimorisce la ripidità della debole traccia nella neve.
Susi vuol provare e, calzati i ramponi, si avvia a testare la traccia.
Seguita, anzi preceduta da Nika, passo dopo passo, salendo e scendendo brevi tratti per testare anche la difficoltà in discesa, riesce a raggiungere il termine del canalino.
Ma intanto un bel po’ di tempo è passato, e raggiungere il Benigni non ce la facciamo per brevità di tempo a disposizione, per cui Susi, soddisfatta di essere riuscita a salire il tosto canalino innevato, scende ed insieme ci dirigiamo verso il Passo di Salmurano, seguendo il sentiero delle Orobie Occ. 101.
Superando alcuni passaggi su neve e affondando a piacere in alcuni tratti, raggiungiamo in breve il Passo di Salmurano (2017 m).
Sostiamo per un momento accanto alla bella Madonnina godendoci il panorama sulla Val Salmurano e i suoi monti ad ovest e la Val Gerola ad est col sottostante Rif. Salmurano e splendida vista verso le Alpi Retiche.
Mentre il sole si sta abbassando all’orizzonte scendiamo dal passo seguendo grosso modo a vista il sent. 107 pestando neve a raggiungere il sent. 108.
Discendiamo quindi la Val Salmurano, osservati ancora dagli stambecchi del mattino, mentre Nika fa un incontro ravvicinato con uno stambecco proprio sul sentiero.
Ci mancava di incontrare anche i camosci, ma eccoli che stanno pascolando poco più sotto e riesco a ‘catturali’ con una bella zoomata. Mentre il sole tramonta all’orizzonte, passata la Casera del Valletto, discendiamo alla Curva degli Sciocc nella luce del crepuscolo avanzato.

 
PERCORSO IN FOTOGALLERY
       
-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Vista panoramica dal Passo di Salmurano a nord
Vista panoramica dal Passo di Salmurano a nord
Vista panoramica sulla conca di Val Salmurano verso il tramonto
Vista panoramica sulla conca di Val Salmurano verso il tramonto
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

RIFUGIO BENIGNI - 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11- 12 - 13 - 14 - 15

  ©2019 - Piero Gritti - Per informazioni: