HOMEPAGE - ESCURSIONI - ESCURSIONI VAL BREMBANA


PIZZO DEL DIAVOLO DI TENDA (2916 m.) il 4 settembre 2016
(terza salita)

PIZZO DEL DIAVOLO DI TENDA (2916 m.) il 1 agosto 2013 (seconda salita)

PIZZO DIAVOLO DI TENDA (2916 m.) il 9 settembre 2011 (prima salita)

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------


PIZZO DEL DIAVOLO DI TENDA (2916 m) il 4 settembre 2016
(terza salita)


------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Mappa del percorso
Scarica traccia GPS
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

PERCORSO:

Carona (1150 m.) > Rif. Calvi (2015 m.) = possibile anche in jeep navetta (Ugo Midali cell. 3280424902) > Sentiero 225 > Bocchetta di Podavit (2624 m .) > Pizzo del Diavolo di Tenda (2916 m.) e ritorno

DIFFICOLTA’: - E fino alla Bocchetta di Podavit - EE, con tratti AF (Alpinismo Facile) dalla Bocchetta di Podavit alla vetta del Pizzo del Diavolo per circa 300 m di facile arrampicata

DISLIVELLO: da Carona = 1766 m. dal Rif. Calvi = 900 m.

TEMPI: da Carona = 6 ore di salita, 4 di discesa dal Rif. Calvi =3/4 ore di salita (la salita-discesa impegnativa della cresta finale richiede tempo!) , 3 di discesa

ACQUA: presente fino alla Bocchetta di Podavit

ATRREZZARTURA: Buoni scarponi – Consigliata corda per aiutare escursionisti poco sicuri nei passaggi impegnativi

APPOGGI: - Rif. Calvi (2015 m) - Rif. Longo (2026 m) se si passa nel ritorno

Vedi il servizio ’Sul Pizzo del Diavolo di Tenda, da rifugio a rifugio’ sul libro ‘I più bei sentieri della Lombardia Centrale’ di Piero Gritti e Sergio Papucci (Ed. Blu- Torino) alle pag. 165-168


------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Cartina daettagliata
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Dal Rif. Calvi vista verso il Pizzo del Diavolo di Tenda
Dal Rif. Calvi vista verso il Pizzo del Diavolo di Tenda
Dalla Bocchetta di Podavit
Dalla Bocchetta di Podavit
Dalla Bocchetta di Podavit
Dalla Bocchetta di Podavit - 2
Stambecchi incuriositi dalla nostra presenza
Stambecchi incuriositi dalla nostra presenza

Il Pizzo del Diavolo, denominato ‘Il Cervino della bergamasca’ per l’eleganza delle sue forme , è una delle montagne più famose e rappresentative delle Alpi Orobie. Per questo l’ho assunta a montagna simbolo delle Orobie, rappresentando il suo elegante ed inconfondibile profilo nel logo di PieroWeb ( http://www.pieroweb.com/banner/bannerpieroweb/logomontagne1000.jpg ) L’ho ‘conquistato’, realizzando un sogno, nella mia prima salita nel settembre del 2011,
(https://www.facebook.com/media/set/?set=a.2347013521436.2141801.1433006841&type=1&l=88b2fc3601), l’ho risalito il 1 agosto 2013 con la mia ex-alunna amica alpinista Rosita Ripamonti, comparsa sulla copertina del mio libro ‘I più bei sentieri della Lombardia Centrale’ (di Piero Gritti e Sergio Papucci, Ed. Blu. Torino , 2014) http://www.pieroweb.com/fotobrembane/diavolo/pizzo-diavolo-di-tenda.htm.

Gli amici Prisca, Susi e Paolo, saliti con me per la prima volta al Diavolo di Malgina, esprimono il desiderio di salire in tempi brevi anche il Diavolo di Tenda, che non hanno mai salito.
Detto fatto,accetto e l’occasione buona si presenta il 4 settembre 2016 e per me “...non c’è il due senza il tre!” ...un gran bel ritorno, anche se mi richiede un buon impegno.
Beh, io posso fare un po’ da ‘guida’, indicando i sentieri da percorrere e,loro , esperti anche in facile arrampicata, mi possono dare una mano nel tratto di salita finale, considerata AF (Alpinismo Facile), a salirla nel miglior modo possibile.
Detto fatto.
La mattina di sabato 3 settembre 2016, saliti da Carona alla diga di Fregabolgia in jeep navetta (per poter fare la lunga escursione in una sola giornata), raggiunto il Rif. Calvi (2015 m), imbocchiamo il sentiero 225 (in direzione del Rif. Brunone), e scesi al sottostante Lago Rotondo, che contorniamo sulla sponda Ovest, proseguiamo fino a portarci nella Val Camisana.
Percorrendo il sentiero, prima in leggera, poi in moderata salita, attraversiamo il giovane Fiume Brembo, passando sul versante opposto della valle che risaliamo seguendo il percorso del Brembo che scende scrosciante dall’alto in pittoresche rapide e cascatelle.
Dopo un nuovo attraversamento del torrente prima di arrivare al Laghetto del Passo di Valsecca (2300 m), sottostante al Pizzo Poris, giungiamo in un vasto pianoro , dominato a oriente dalle pareti rocciose del Monte Grabiasca, del Poris e del Diavolino, dove tra rivoli e minuscoli meandri prende corpo il Brembo, che ha le sue prime sorgenti proprio sulle alte pendici meridionali del Diavolo di Tenda. Attraversato il pianoro, lasciato il sentiero 225, seguiamo ora le indicazioni per la bocchetta di Podavit e il Pizzo del Diavolo (triangoli rossi su sfondo bianco) lungo un sentiero abbastanza evidente.
L’ambiente , in cui affiorano rocce suggestive è spettacolare ! Sopra di noi si staglia maestoso il gruppo del Diavolo di Tenda, ricoperto a tratti in quota, da nuvole, col sottostante piccolo glacio-nevaio Diavolo di Tenda ovest, la cresta Baroni a dx e la cresta N-O a sx.
Raggiunta la Bocchetta di Podavit (2624 m), dove siamo osservati dagli stambecchi, risaliamo con attenzione il lungo crestone roccioso (ben 300 m di dislivello), seguendo i numerosi bolli triangolari.
Non siamo soli, salgono e scendono altri escursionisti alcuni dei quali mi riconoscono e ci scambiano , in equilibrio sulle rocce di salita, i saluti. Con Susi in testa che sceglie per noi il percorso bollato meno difficile, Paolo e Prisca in mezzo e il Piero in coda, intento ai suoi scatti fotografici, risaliamo il percorso di facile arrampicata prima su placchetta rocciosa e poi su rocce rotte , aiutandoci per quasi tutta l’impegnativa salita con le mani (alcuni passaggi di 1° e 2° grado).
Raggiunta finalmente la vetta nel vertice della piramide del Pizzo del Diavolo di Tenda (2916 m), con caratteristico trespolo che sorregge una piccola croce, dalla cima , la più elevata della regione, ci godiamo una vista amplissima sulle Orobie ed anche sulle Alpi, ma solo a brevi tratti quando le nuvole si diradano un pochino.
Felicissimi Prisca (con la bravissima cagnolina montagnina Stelina), Susi, Paolo, saliti per la prima volta, come pure il Piero che è ‘andato l’han mandato al Diavolo’ per la terza volta !
Dopo breve sosta di foto e ristoro, le nebbie vaganti ci inducono a scendere di quota.
Scendiamo quindi con molta attenzione, rifacendo lo stesso percorso di salita fino alla Bocchetta di Podavit, da dove ci abbassiamo e sostiamo per il pranzetto vero e proprio al sacco accanto al ruscelletto del neonato Brembo con vista in Diavolo.
Poi, seguendo passo passo il percorso di salita in senso inverso, rientriamo al Lago Rotondo sotto il Rif. Calvi, che non raggiungiamo, ma imbocchiamo a sx del lago il sentiero 208 e da lì scendiamo a Pra del Lac, dove sostiamo alla Malga Monaci, dove siamo accolti con grande ospitalità all’interno della baita.
Quindi, seguendo la strada ENEL scendiamo a Carona

 

PIZZO DEL DIAVOLO DI TENDA (2916 m.) il 3 settembre 2016 (terza salita)
PIZZO DEL DIAVOLO DI TENDA (2916 m.) il 3 settembre 2016 (terza salita)
PIZZO DEL DIAVOLO DI TENDA (2916 m.) il 3 settembre 2016 (terza salita)
PIZZO DEL DIAVOLO DI TENDA (2916 m.) il 3 settembre 2016 (terza salita)
PIZZO DEL DIAVOLO DI TENDA (2916 m.) il 3 settembre 2016 (terza salita)
PIZZO DEL DIAVOLO DI TENDA (2916 m.) il 3 settembre 2016 (terza salita)
PIZZO DEL DIAVOLO DI TENDA (2916 m.) il 3 settembre 2016 (terza salita)
PIZZO DEL DIAVOLO DI TENDA (2916 m.) il 3 settembre 2016 (terza salita)
PIZZO DEL DIAVOLO DI TENDA (2916 m.) il 3 settembre 2016 (terza salita)
PIZZO DEL DIAVOLO DI TENDA (2916 m.) il 3 settembre 2016 (terza salita)
PIZZO DEL DIAVOLO DI TENDA (2916 m.) il 3 settembre 2016 (terza salita)
PIZZO DEL DIAVOLO DI TENDA (2916 m.) il 3 settembre 2016 (terza salita)
PIZZO DEL DIAVOLO DI TENDA (2916 m.) il 3 settembre 2016 (terza salita)
PIZZO DEL DIAVOLO DI TENDA (2916 m.) il 3 settembre 2016 (terza salita)
PIZZO DEL DIAVOLO DI TENDA (2916 m.) il 3 settembre 2016 (terza salita)
PIZZO DEL DIAVOLO DI TENDA (2916 m.) il 3 settembre 2016 (terza salita)
PIZZO DEL DIAVOLO DI TENDA (2916 m.) il 3 settembre 2016 (terza salita)
PIZZO DEL DIAVOLO DI TENDA (2916 m.) il 3 settembre 2016 (terza salita)
PIZZO DEL DIAVOLO DI TENDA (2916 m.) il 3 settembre 2016 (terza salita)
PIZZO DEL DIAVOLO DI TENDA (2916 m.) il 3 settembre 2016 (terza salita)
PIZZO DEL DIAVOLO DI TENDA (2916 m.) il 3 settembre 2016 (terza salita)
PIZZO DEL DIAVOLO DI TENDA (2916 m.) il 3 settembre 2016 (terza salita)
PIZZO DEL DIAVOLO DI TENDA (2916 m.) il 3 settembre 2016 (terza salita)
PIZZO DEL DIAVOLO DI TENDA (2916 m.) il 3 settembre 2016 (terza salita)
PIZZO DEL DIAVOLO DI TENDA (2916 m.) il 3 settembre 2016 (terza salita)
PIZZO DEL DIAVOLO DI TENDA (2916 m.) il 3 settembre 2016 (terza salita)
PIZZO DEL DIAVOLO DI TENDA (2916 m.) il 3 settembre 2016 (terza salita)
PIZZO DEL DIAVOLO DI TENDA (2916 m.) il 3 settembre 2016 (terza salita)
PIZZO DEL DIAVOLO DI TENDA (2916 m.) il 3 settembre 2016 (terza salita)
PIZZO DEL DIAVOLO DI TENDA (2916 m.) il 3 settembre 2016 (terza salita)
PIZZO DEL DIAVOLO DI TENDA (2916 m.) il 3 settembre 2016 (terza salita)
PIZZO DEL DIAVOLO DI TENDA (2916 m.) il 3 settembre 2016 (terza salita)
PIZZO DEL DIAVOLO DI TENDA (2916 m.) il 3 settembre 2016 (terza salita)
PIZZO DEL DIAVOLO DI TENDA (2916 m.) il 3 settembre 2016 (terza salita)
PIZZO DEL DIAVOLO DI TENDA (2916 m.) il 3 settembre 2016 (terza salita)
 
Cuscinetto di androsace alpina
Cuscinetto di androsace alpina
Dalla Bocchetta di Podavit vista verso la conca del Calvi a sx e la Val d'Ambria a dx
Dalla Bocchetta di Podavit vista verso la conca del Calvi a sx e la Val d'Ambria a dx
Dalla vette del Pizzo del Diavolo vista verso la Val d'Ambria e la Valtellina
Dalla vette del Pizzo del Diavolo vista verso la Val d'Ambria e la Valtellina
Pizzo del Diavolo in versione invernale...lo si può solo gaurdare !(qui dal Rif. Calvi)
Pizzo del Diavolo in versione invernale...lo si può solo guardare !(qui dal Rif. Calvi)
       
--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------


PIZZO DEL DIAVOLO DI TENDA (2916 m.) il 4 settembre 2016 (terza salita)

PIZZO DEL DIAVOLO DI TENDA (2916 m.) il 1 agosto 2013 (seconda salita)

PIZZO DIAVOLO DI TENDA (2916 m.) il 9 settembre 2011 (prima salita)

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
HOMEPAGE - ESCURSIONI - ESCURSIONI VAL BREMBANA
©2016 - Piero Gritti - Per informazioni: