HOMEPAGE - ESCURSIONI - ESCURSIONI IN VAL BREMBANA

RIFUGIO ANGELO GHERARDI AI PIANI DELL'ALBEN (mt. 1650) - 1- 2 - 3 - 4 - 5 - 6

Gallo cedrone - disegno di Stefano Torriani

escursione ai piani d'artavaggio (1900 MT.)
con i rif. cazzaniga-merlini
E NICOLA

(Tempo di percorrenza 4 ore complessive A/R)

Sentieri CAI 120 e 101

Camoscio femmina - disegno di Stefano Torriani
CARTINA DETTAGLIATA
SCHEDA INFORMATIVA SU ESCURSIONI E ASCENSIONI
Vai in MTB? Ecco i percorsi possibili!
Percorsi MTB zona Rf. Gherardi- Piani d'Artavagio
 
Dal Rifugio Gherardi (1650 m), proseguendo sul sentiero CAI 120, in dieci minuti si sale comodamente all'ex Rifugio Battisti (1685 m). Da qui il sentiero si fa più ripido ed impegnativo sulle pendici del Monte Aralalta, risalendo un dosso colonizzato da pini mughi e attraversando alcuni canali piuttosto franosi ed instabili fino a pervenire al piccolo rifugio Regina nei pressi della Bocchetta di Regadur (1853 m).
Panoramica a 360° ai Piani dell'Alben presso l'ex-rifugio Battisti
Panoramica a 360° ai Piani dell'Alben presso l'ex-rifugio Battisti
Ampi orizzonti dai Piani dell'Alben
L'ex-rifugio Battisti   sotto l'Aralalta (m.2006)
Ampi orizzonti dai Piani dell'Alben
L'ex-Rifugio Battisti con alle spalle C.ra Aralalta
Giunti alla Bocchetta si incrocia e si prende verso sinistra il 'Sentiero delle Orobie occidentali n 101, che sale dal Passo di Baciamorti e va verso il rifugio Cazzaniga. Lo si segue percorrendo lo stupendo panoramico costone, passando per il Passo dell'Aralalta (1867 m), costeggiando e oltrepassando le pendici del Monte Sodadura, fino ad arrivare ai pascoli dei Piani d'Artavaggio con il Rifugio Nicola (che si distingue per il tetto in acciaio) e il grazioso Rifugio Cazzaniga -Merlini, posto su un panoramico dosso.
Il Pizzo del Diavolo dai Piani dell'Alben
Il Pizzo del Diavolo dai Piani dell'Alben
Mandria sui pascoli verso il Sodadura
Chi vuole raggiungere la cima del Monte Sodadura non deve far altro che salire il facile spallone pascolivo sino alla vetta (2010 m), dove si gode di uno stupendo panorama salla Val Taleggio, la Brianza, il Resegone, le Grigne, il Cancervo, il Venturosa e le Alpi Orobie un po' più distanti. Dalla cima si scende verso destra (Est) al passo dell'Aralata (1867 m), dove ci si ricollega al sentiero 101.
Il Resegone dai pascoli verso il Sodadura
Mandria in siesta pomeridiana
La vista del Resegone su tutto il percorso
Il Rifugio Cazzaniga-Merlini
Il Rifugio Cazzaniga-Merlini

PIANI D'ARTAVAGGIO

RIFUGIO CAZZANIGA-MERLINI (1900 MT.)

pER INFORMAZIONI DETTAGLIATE VISITA IL SITO UFFICIALE
Il Rifugio Nicola visto dal Cazzaniga-Merlini
Il Rifugio Nicola visto dal Cazzaniga-Merlini

PIANI D'ARTAVAGGIO

RIFUGIO Nicola (1900 MT.)

pER INFORMAZIONI DETTAGLIATE VISITA IL SITO
Per il rientro si fa il percorso a ritroso, ripercorrendo il sentiero 101 fino alla Bocchetta di Regadur per poi deviare per il 120 e ridiscendere al rifugio Gherardi in circa due ore.
Crocus primaverili
Botton d'oro
Crocus e scilla insieme
Prati in fiore a Pizzino in Val Taleggio
Crocus primaverile
Botton d'oro
Crocus con scilla
Prati in fiore
Parte del testo è tratto da 'Andar per rifugi e oltre 1' di Clara Carissoni e Lucio Benedetti per gentile concessione

RIFUGIO ANGELO GHERARDI AI PIANI DELL'ALBEN (mt. 1650) - 1- 2 - 3 - 4 - 5

HOMEPAGE - ESCURSIONI - ESCURSIONI IN VAL BREMBANA

©2006 - Piero Gritti - Per informazioni: