HOMEPAGE - ESCURSIONI - ESCURSIONI VAL BREMBANA

RIFUGIO ANGELO GHERARDI AI PIANI DELL'ALBEN (mt. 1650) - 1- 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

MONTE SODADURA (2010 m)

AUTUNNALE (14 ot. 2007) - AUTUNNALE (8 nov. 2014) - INVERNALE da Bonetto (14 genn. 2014) - INVERNALE da Avolasio (1 febb. 2015)

PRIMAVERILE con neve da Avolasio - Artavaggio - Sodadura - Cima di Piazzo (10 apr. 2016)

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Capriolo - disegno di Stefano Torriani


Rifugio cazzaniga-MERLINI
(1899 m)
e Cima Sodadura
(2010 m)

Il cielo è blu sopra le nuvole!
...dalla nebbia al sole il 14 ottobre 2007

Famiglia di caprioli - disegno di Stefano Torriani

Bella escursione, facile, fatta eccezione la salita e discesa dal monte Sodadura, indicata questa per escursionisti abbastanza esperti.
Percorso e tempi:
- Quindicina > Bocchetta di Regadur = 2 h (Sentiero CAI 120)
- Bocchetta di Regadur > Rif. Cazzaniga = 1 h (Sentiero CAI 101)
- Salita e discesa da cima Sodadura = 1 (Sentiero tracciato ben marcato)
- Discesa a Quindicina dal sentiero 101 = 2 h circa
Necessario portare acqua con sè. Punti d'appoggio: Rif. Gherardi - Rif. Cazzaniga - Rif. Nicola
Le immagini si riferiscono alla domenica 14 ottobre 2007 caratterizzata da tempo nuvoloso in pianura e nelle valli, sereno in quota oltre i 1900 mt., quindi il nostro percorso si è svolto nella nebbia fino alla Bocchetta di Regadur e poi nel sole al Rif. Cazzaniga e nella salita a Cima Sodadura.

CARTINA DETTAGLIATA
SCHEDA INFORMATIVA SU ESCURSIONI E ASCENSIONI
Salita  da Quindicina sul sentiero 120 - foto Piero Gritti 14 ott 07
Alla Baita di Foppa Lunga - foto Piero Gritti 14 ott 07
Salita da Quindicina sul sentiero 120
Alla Baita di Foppa Lunga
Al Rif. Gherardi avvolto dalla nebbia - foto Piero Gritti 14 ott 07
Grande afflusso di persone - foto Piero 14 ott 06
Al Rif. Gherardi avvolto dalla nebbia
Grande afflusso di persone
Alla Baita Piani d'Alben (m. 1670) ex Rif. Battisti - foto Piero Gritti 14 ott 07
Passaggio su canali del crinale - foto Piero Gritti 14 ott 07
Alla Baita Piani d'Alben (m. 1670) ex Rif. Battisti
Passaggio su canali del crinale
Sopra di noi il cielo si sta schiarendo - foto Piero Gritti 14 ott 07
Alla Bocchetta di Regadur si passa sul sentiero 101 - foto Piero Gritti 14 ott 07
Sopra di noi il cielo si sta schiarendo
Alla Bocchetta di Regadur si passa sul sentiero 101
Sul sentiero 101 mentre il cielo si sta aprendo - foto Piero Gritti 14 ott 07
Passaggio alle falde del Sodadura - foto Piero Gritti 14 ott 07
Sul sentiero 101 mentre il cielo si sta aprendo
Passaggio alle falde del Sodadura

Gila, Piero e Paola al Rif. Cazzaniga invaso da mountain bike!
Mentre la salita da Quindicina (1345 m) al Rif. Gherardi (1650 m) e alla successiva Bocchetta di Regadur (1853 m) si era svolta nella nebbia, ora, sul sentiero 101 il cielo è blu sopra le nuvole e si gode un bel sole.
Decidiamo quindi di salire a cima Sodadura (2010 m) lì, bella, nella sua sagoma piramidale di fonte a noi.
Dopo breve sosta per il pranzo al Rif. Cazzaniga-Merlini (1889 m), ripreso il sentiero 101, dopo breve percorso, imbocchiamo a dx il sentiero per il Sodadura, ripido, ma ben marcato e gradinato e in circa 30' siamo in vetta.
In groppa ad un leone o...? - foto Piero Gritti 14 ott 07
Uno spuntone roccioso...sembra un leone! - foto Piero Gritti 14 ott 07
In groppa ad un leone o...?
Uno spuntone roccioso...sembra un leone!
Dal sentiero 101 vista verso cima Sodadura - foto Piero Gritti 14 ott 07
Da qui si avvia sulla dx il sentiero per cima Sodadura - foto Piero Gritti 14 ott 07
Dal sentiero 101 vista verso cima Sodadura
Da qui si avvia sulla dx il sentiero per cima Sodadura
Salendo al Sodadura...i rif. Cazzaniga e Nicola - foto Gila 14 ott 07
L'impegnativa salita su sentiero marcato e gradinato - foto Piero Gritti 14 ott 07
Salendo al Sodadura...i rif. Cazzaniga e Nicola
L'impegnativa salita su sentiero marcato e gradinato
Ultimo tratto ripido e roccioso - foto Piero Gritti 14 ott 07
Arrrivo in vetta al Sodadura (2010 m) in pieno sole! - foto Piero Gritti 14 ott 07
Ultimo tratto ripido e roccioso
Arrrivo in vetta al Sodadura (2010 m) in pieno sole!

In vetta lo spettacolo è impagabile...da un lato un mare di nuvole sotto di noi verso le valli e la pianura, dall'altro la cerchia delle Alpi Orobie inondate di sole. Ci godiamo, accanto alla croce e Madonnina della vetta (bellissima scultura in bronzo, realizzata da Giuseppe Cattaneo-A.N.A. di Paderno Dugnano-1964-1989), lo spettacolo e lo immortaliamo con tanti click delle fotocamere, posando ovviamente anche noi. Le nuvole coprono le sottostanti Val Taleggio e Valsassina e coprono anche tutto il Resegone, emergono invece le cime delle Grigne e tutta la catena orobica dai Campelli fino alla presolana in lontanaza...

I rifugi Cazzaniga e Nicola davanti ad un mare di nuvole - foto Piero Gritti 14 ott 07
Il Campelli in pieno sole - foto Piero Gritti 14 ott 07
I rifugi Cazzaniga e Nicola davanti ad un mare di nuvole
Il Campelli in pieno sole
Da cima Sodadura ...un mare di nuvole nelle valli e in pianura...sole sulle cime orobiche - foto Piero 14 ott 07
Da cima Sodadura ...un mare di nuvole nelle valli e in pianura...sole sulle cime orobiche
Gila e Paola alla croce di cima Sodadura - foto Piero Gritti 14 ott 07
Paola alla croce di cima Sodadura - foto Gila 14 ott 07
Gila e Paola alla Madonnina di cima Sodadura - foto Piero 14 ott 07
Gila e Piero alla Madonnina di cima Sodadura - foto Paola 14 ott 07
Alla croce e Madonnina di cima Sodadura
Da cima Sodadaura ...vista sulle Orobie dal Campelli alla Presolana - foto Piero 14 ott 07
Da cima Sodadaura ...vista sulle Orobie dal Campelli alla Presolana
Saliti dal versante occidentale, scendiamo dal versante orientale. Su tracce non sempre ben evidenti, lungo il costone, il sentiero ripido e su fondo a tratti fortemente ghiaioso, ci consiglia la massima attenzione. In mezz'oretta rientriamo sul sentiero 101, che percorriamo a ritroso fino alla Bocchetta di Regadur (1853 m), da dove, sul sentiero 120, rientrati nella nebbia, scendiamo a Quindicina passando per il Rifugio Gherardi.
Evviva il sole sopra le nuvole! - foto Piero Gritti 14 ott 07
Scendendo a riprendere il sentiero 101 - foto Piero Gritti 14 ott 07
Evviva il sole sopra le nuvole!
Scendendo a riprendere il sentiero 101
Nuvole da un lato sole dall'altro - foto Piero Gritti 14 ott 07
Ripida discesa su sentiero ghiaioso - foto Piero Gritti 14 ott 07
Nuvole da un lato sole dall'altro
Ripida discesa su sentiero ghiaioso
Giovani puledri ai Piani d'Alben - foto Piero Gritti 14 ott 07
Un puledrino al pascolo - foto Piero Gritti 14 ott 07
Giovani puledri ai Piani d'Alben
Un puledrino al pascolo
Vai in MTB? Ecco i percorsi possibili!
Percorsi MTB -  Piani d'Artavaggio - Passo Baciamorti

MONTE SODADURA (2010 m)

AUTUNNALE (14 ot. 2007) - AUTUNNALE (8 nov. 2014) - INVERNALE da Bonetto (14 genn. 2014) - INVERNALE da Avolasio (1 febb. 2015)

PRIMAVERILE con neve da Avolasio - Artavaggio - Sodadura - Cima di Piazzo (10 apr. 2016)

RIFUGIO ANGELO GHERARDI AI PIANI DELL'ALBEN (mt. 1650) - 1- 2 - 3 - 4 - 5 - 6

HOMEPAGE - ESCURSIONI - ESCURSIONI VAL BREMBANA