pizzo cerro - castelLO regina - 1 - 2 - 3
______________________________________________________________________________________________
La cima del Castello Regina (mt. 1424) vista dal sentiero CAI 596 - 7 nov. 07
 
Gallo cedrone - disegno di Stefano Torriani


Salita da Catremerio

al PIZZO CERRO (mt. 1285) =h. 1
(Rif. 'I Lupi' di Brembilla)
e al CASTELLO REGINA (mt. 1424) = h. 1,45

SENTIERI CAI 592- 595 - 596

CARTINA SENTIERI
CARTINA 3D

Capriolo maschio - disegno di Stefano Torriani
_______________________________________________________________________________________________
Vedi Catremerio e la salita al Pizzo Cerro (Rif. "I Lupi" di Brembilla), passando dal Crosnello e dai Roccoli
in questa pagina si aggiungono altre immagini ad integrazione di quelle già presenti nel link
Percorsi MTB zona Puizzo Cerro - Castello regina- Monte Foldone
PERCORSO DI SALITA AL PIZZO CERRO (h. 1 circa)
Uno dei due punti di partenza sopra la Chiesa di Catremerio - 7 nov. 07
Uno dei due punti di partenza sopra la Chiesa di Catremerio - 7 nov. 07
I due punti di partenza sopra la Chiesa di Catremerio

Catremerio (mt. 988) è raggiungibile per la strada che da Zogno (partendo dalla piazza centrale del paese) sale a S. Antonio Abbandonato o per quella che sale da Brembilla (raggiungibile uscendo a sx dalla provinciale di Valle Brembana a Sedrina e risalendo la prov. 24 della Valle Brembilla) sempre a S. Antonio Abb.. (vedi cartina Google qui sopra).

A Catremerio, dove si lascia l'auto, si prende uno dei due sentieri (Segnavia 592 e 595).
A questo punto, se vogliamo seguire il percorso più breve, imbocchiamo il sentiero 595 a sinistra (Roccoli, Pizzo Cerro, Rifugio Lupi a 1 ora, Baita Foldone), se invece vogliamo seguire un percorso più gratificante seguiamo la variante che sale a destra al Crosnello e al Passo Crosnello (mt. 1113).

Da S. Antonio Abb. vista sulla Val Brembilla, verso la Val Imagna e il Pizzo Cerro - 7 nov. 07
Da S. Antonio Abb. vista sulla Val Brembilla, verso la Val Imagna e il Pizzo Cerro - 7 nov. 07
Dal Roccolo dello Spadì vista verso Sussia, il Ronco-Molinasco e i monti dell'Alta Val Brembana- 7 nov. 07
Dal Roccolo dello Spadì vista verso Sussia, il Ronco-Molinasco e i monti dell'Alta Val Brembana- 7 nov. 07
Dal Passo Crosnello, dove sorge una caratteristica antica 'Tribulina', si prende il sentiero 592 (che si snoda appena sotto il falsopiano di cresta al confine con il territorio di S. Pellegrino e poco sopra il suggestivo borgo di Sussia) dove si possono ammirare tra faggeti secolari ben quattro bei roccoli ('Ol Rocol de la Tribülina, Ol Ruculù, Ol Ruculì, Ol Rocol di Spadì'), fino a riprendere il sentiero 595 all'altezza del 'Rocol di Spadì'.
Nella traversata si può ammirare un vero giardino di arte botanica nelle splendide strutture 'architettoniche' delle piante che attorniano i roccoli. Superato l'ultimo roccolo, il più bello, quello degli Spadì, si prosegue sul sentiero 595 fino al colletto nei pressi del Rif. I Lupi.
Il Roccolo Spadì attorniato da faggi adulti - 7 nov. 07
Il Roccolo Spadì attorniato da faggi adulti - 7 nov. 07
Lo splendido Roccolo Spadì - 7 nov. 07
Lo splendido Roccolo Spadì - 7 nov. 07
 

Al 'Rocol di Spadì' si prosegue sul sentiero di sinistra fino a raggiungere un colletto nei pressi del Rif. 'I Lupi' di Brembilla al Pizzo Cerro, la cui cima a mt. 1285, si raggiunge in pochi minuti.
A questo punto si può scegliere di passare al Rif. 'I Lupi' e salire in pochi minuti al Pizzo Cerro, in una zona dalla quale si può godere di un panorama eccezionale, se consideriamo la relativa altezza del luogo, oppure di salire al Castello Regina, rimandando al ritorno la sosta al Rifugio e al Cerro.
 
IL PIZZO CERRO E IL CASTELLO REGINA VISTI DAL LINZONE
 
Zoom panoramico dal Linzone verso Pizzo Cerro, Castel Regina, Foldone, Sornadello - 4 aprile 08
 
Zoom panoramico dal Linzone verso Pizzo Cerro, Castel Regina, Foldone, Sornadello - 4 aprile 08
 


PERCORSO DI SALITA DAL PIZZO CERRO (RIF. 'I LUPI') AL CASTELLO REGINA (45' circa)

 
Qui si prende il sentiero di destra 596 con l'indicazione 'Castello Regina' e lo si segue nel percorso alto che si sviluppa sulla cresta spartiacque tra Val Brembilla e Val Brembana. Il sentiero stretto presenta alcuni brevi passaggi di ripida impegnativa salita specie nel tratto finale in prossimità della cima. Il percorso sempre in cresta permette di spaziare con lo sguardo sulla Valle Brembilla e verso il Resegone e le Grigne da un lato e verso la Valle Brembana dall'altro con il sottostante borgo di Sussia e il Ronco Molinasco.
In meno di un'ora si raggiunge la cima del Castello Regina (mt. 1424).
Da qui si può proseguire per il Monte Foldone-Baita Foldone (mt. 1585) in circa 50' e per il Monte Sornadello- Pizzo Grande (mt. 1580) in 1h circa.
Si ritorna poi al Rif. I Lupi, dove è piacevole sostare e salire in pochi minuti alla cima del Pizzo Cerro (mt. 1285). Da qui si scende a Catremerio seguendo il sentiero 595 più breve, oppure, passando di nuovo per i Roccoli e il Crosnello.
 
IMMAGINI DEL PERCORSO IN FOTOGALLERY
 
IMMAGINI DEL PERCORSO IN FOTOGALLERY
IMMAGINI DEL PERCORSO IN FOTOGALLERY
IMMAGINI DEL PERCORSO IN FOTOGALLERY
IMMAGINI DEL PERCORSO IN FOTOGALLERY
 
IMMAGINI DEL PERCORSO IN FOTOGALLERY
IMMAGINI DEL PERCORSO IN FOTOGALLERY
IMMAGINI DEL PERCORSO IN FOTOGALLERY
IMMAGINI DEL PERCORSO IN FOTOGALLERY
   
 
Leggenda del Castello della Regina
   
 
Dal sentiero 596 per il Castel Regina...le valli Brembilla e Imagna  - foto Piero Gritti 7 nov. 07
 
Dal sentiero 596 per il Castel Regina...le valli Brembilla e Imagna - 7 nov. 07
 
Dal sentiero 596 per il Castel Regina...la Valle Brembana e le Orobie  - foto Piero Gritti 7 nov. 07
 
Dal sentiero 596 per il Castel Regina...la Valle Brembana e le Orobie - 7 nov. 07
 
Da cima Castel Regina ampia panoramica dal Pizzo Cerro al Foldone  - foto Piero Gritti 7 nov. 07
 
Da cima Castel Regina ampia panoramica dal Pizzo Cerro al Foldone - 7 nov. 07
  _______________________________________________________________________________________________
 
FERRATA ALLA CORNA CAMOSCERA (COREN)
 
Al Castello Regina si può salire anche da Cavaglia (mt. 835) per il sentiero 596 in circa un'ora e mezza.
Il sentiero "Cima Camoscera n° 596" parte dalla piazzetta del piccolo antico borgo con il suo caratteristico pozzo circolare. Su questo percorso chi ha preparazione e attrezzatura alpinistica può affrontare, salendo in Cima Camoscera, la variante impegnativa della famosa "Ferrata della Madonnina", attrezzata già nel 1989 dal gruppo 'Monte Coren' che permette di superare il versante ovest della Corna Camoscera.
 
IMMAGINI da Marco Caccia (8 luglio 2007)
 
Il piccolo borgo antico di Cavaglia di Brembilla - foto Marco Caccia 8 luglio 07
Monte Coren in primo piano e Resegone sullo sfondo - foto Marco Caccia 8 luglio 07
Ferrata della Corna Camoscera - foto Marco Caccia 8  luglio 07
Croce del Monte Coren - foto Marco Caccia 8 luglio 07
 
Domenica 8 luglio 2008 con Mattia e Claudia son salito al Rif. Lupi di Brembilla da Cavaglia facendo la via ferrata "Corna Camoscera".
Così indossato imbracatura, cordini e casco siamo saliti da questa ferrata abbastanza semplice (a parte alcuni punti) e poi al Castello della Regina, al Pizzo Cerro e ritorno all'auto.
Molto bello "arrampicare" su queste belle rocce e poi camminare su facile sentiero per chiudere il giro ad anello...ancora una volta giornata meravigliosa!
  _______________________________________________________________________________________________
ESCURSIONI IN VALE BREMBANA - ESCURSIONI - HOMEPAGE
©2008 - Piero Gritti - Per informazioni: