La regione dei Laghi Gemelli - 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14

Stelle alpine - Leontopodium alpinum (foto Piero Gritti)

IL RIFUGIO, I LAGHI GEMELLI,
DISCESA ALLE BAITE DI MEZZENO

PANORAMICHE a 360°
Dal Passo di Mezzeno
Panoramica a 360 °dal Passo di Mezzeno° in versione Quick Time
Dal Passo d'Aviasco
Panoramica a  £60° dal Passo di Aviasco in versione Quick Time
Per ACCESSI - ESCURSIONI - ASCENSIONI - PERCORSI - SENTIERI vedi:

Si riprende il cammino in piacevole discesa e con altri 30' si giunge all'accogliente rifugio, dalle caratteristiche imposte rosse, posto sulla sponda sinistra del lago. Tra le montagne che circondano il lago spicca l'inconfondibile Pizzo del Becco (2507) e attorno fanno catena i monti: Monte del Tonale (2425), Pizzo Orobie (2346), Pizzo del Becco (2506), Pizzo Farno (2506) e M. Corte (2493).

Scendendo dal Passo di Mezzeno verso il Rifugio
Una malga, il Pizzo del Becco in lontananza
Scendendo dal Passo di Mezzeno verso il Rifugio
Una malga, il Pizzo del Becco in lontananza
A pochi passi dal Rifugio
L'inconfondibile Rifugio Laghi Gemelli
A pochi passi dal Rifugio
L'inconfondibile Rifugio Laghi Gemelli


Rifugio Laghi Gemelli

RIFUGIO
LAGHI GEMELLI
(mt.1968)

Gestore: Maurizio Nava
Tel. 0345 71212
Cell. 3470411638

Tel/fax abitazione : 035662269
Email: maurinava@virgilio.it
Sito:

http://www.rifugiolaghigemelli.it/
Posti Letto
: 80 - Sala da pranzo: 70

Proprietà: CAI Bergamo


Apertura 2007:

- dal 28 aprile al 10 giugno: festivi e prefestivi
- dal 16 giugno al 16 settembre: tutti i giorni
- dal 22 settembre al 4 novembre: festivi e prefestivi

Sostando o soggiornando, meglio ancora, al rifugio, è piacevole passeggiare, e, di sicuro interesse, osservare l'imponente diga da vari punti di vista, comprendendone il funzionamento. Il rifugio è ottimo punto di partenza per tante escursioni-ascensioni estive sui monti che lo circondano ed invernali di sci alpinismo (Scheda informativa)
Tanti itinerari per tante escursioni, partendo dal rifugio
Passeggiare nei dintorni
Tanti itinerari per tante escursioni, partendo dal rifugio
Passeggiare nei dintorni
L'imponente diga, in distanza il rifugio
Attraversando la diga
L'imponente diga, in distanza il rifugio
Attraversando la diga
Per il ritorno a valle, alle Baite di Mezzeno, si consiglia di attraversare la diga, passando sull'altra sponde del lago, dove si imbocca il sentiero che costeggia il bacino artificiale ai piedi del Pizzo Farno. Percorrendo il pianeggiante sentiero, panoramico sul lago, si incontrano suggestive vallete con ruscelli gorgheggianti di limpide e fresche acque, che formano splendide cascatelle. Le abbondanti acque vanno ad alimentare il bacino arificilale dei Laghi Gemelli.
Ruscelli gorgheggianti di limpida e fresca acqua
Cascate per rinfrescare il nostro cammino
Ruscelli gorgheggianti di limpida e fresca acqua

Cascate per rinfrescare il nostro cammino

Per completare il giro del Lago si deve arrivare sotto il Passo dei Laghi Gemelli, superare l'innesto del sentiero CAI n. 216 che proviene dal Rifugio Alpe Corte e giungere ad un bivio: prendendo il sentiero che sale sulla sinistra si ritorna al Passo di Mezzeno lungo la segnavia 215, dopo 1 h di cammino dal Rifugio.
La salita dal lago al sentiero alto per il Passo di Mezzeno
Dai pressi del Passo vista sui Laghi Gemelli
La salita dal lago al sentiero alto per il Passo di Mezzeno
Dai pressi del Passo vista sui Laghi Gemelli
Dal Passo di Mezzeno, ripercorrendo in senso inverso il percorso di salita, si scende al parcheggio delle Baite di Mezzeno in meno di un'oretta. Al tramonto, in una bella giornata, lo spettacolo con l'Arera in fronte, è inappagabile.
Passo di Mezzeno: si scende alle Baite
La sera, chi scende...chi sale
Passo di Mezzeno: si scende alle Baite
La sera, chi scende...chi sale
Una bella conca prativa con, in fronte, l'Arera
Al tramonto, la mandria al riposo
Una bella conca prativa con, in fronte, l'Arera
Al tramonto, la mandria al riposo

La regione dei Laghi Gemelli - 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14
Marmotta in posizione sentinella

©2007 - Piero Gritti - Per informazioni: